Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

A.S.D. PALLACANESTRO ALASSIO

INTERVISTE

11/05/2009
Conosciamo meglio DANILO GALLINARI, il terzo italiano che gioca nell'NBA!

Anche se ad Alassio facciamo minibasket e prossimamente basket giovanile è utile far conoscere i campioni italiani ed eccone un altro: Danilo Gallinari (Sant'Angelo Lodigiano, 8 agosto 1988) è un cestista italiano.Figlio del cestista Vittorio Gallinari, è un'ala di 208 centimetri, da molti considerato una delle migliori promesse del basket italiano. Gioca in NBA per i New York Knicks.Dopo aver iniziato a giocare prima a Livorno e poi per alcune squadre di Lodi, esordisce come professionista nella stagione 2004-2005 in Serie B1 con il Casalpusterlengo.Rilevato dall'Olimpia Milano nel 2005, è stato ceduto in prestito all'Edimes Pavia dove, nonostante un brutto infortunio, mette in mostra le sue doti vincendo il titolo di miglior giocatore italiano della Legadue con più di 14 punti di media a partita.Dalla stagione 2006-07 fa parte del roster dell'Armani Jeans Milano. Il 23 aprile 2008 si è dichiarato eleggibile per il Draft NBA. Il giorno dopo ha ricevuto il Rising Star Trophy, premio destinato al miglior Under-22 dell'Eurolega, selezionato dai 24 coach delle formazioni che hanno preso parte a questa edizione della massima competizione europea per club. Gallinari ha chiuso la stagione di Eurolega con 14,9 punti di media a gara, miglior realizzatore dell'Olimpia Milano e tra i primi tre nelle voci rimbalzi, palle recuperate e stoppate della formazione biancorossa.Il 30 aprile 2008 ha vinto il premio di miglior giocatore della stagione regolare del campionato italiano. Nella votazione della giuria composta da giornalisti, allenatori e capitani, l'ala ha preceduto Gianmarco Pozzecco (Pierrel Capo d'Orlando) e Shaun Stonerook (Montepaschi Siena).

Il 27 giugno 2008, al Draft NBA, viene chiamato alla sesta scelta assoluta dai New York Knicks del neo-coach Mike D'Antoni. Fischiato dal pubblico di casa presente al Madison Square Garden, che avrebbe preferito un atleta di casa data la poca dimestichezza che hanno in America con l'Eurolega, nella sua prima conferenza stampa da giocatore dei Knicks dichiara: «Toccherà a me guadagnarmi gli applausi. Sono contentissimo. New York mi ricorda Milano, questa per me è la soluzione migliore».[1] Danilo è l'unico giocatore non statunitense scelto tra i primi diciannove rookie. Sul numero di maglia non ha avuto dubbi: «Sono nato l'8 agosto del 1988. Il mio numero non può che essere l'otto», proprio come in precedenza all'AJ.Dopo un'estate costellata di problemi alla schiena, il 30 ottobre fa il suo esordio in NBA a Miami contro gli Heat, bloccandosi con uno 0/3 dal campo in appena tre minuti di impiego.[2]Dopo due sole partite, il riaggravarsi dei problemi alla schiena lo costringe a un lungo stop.Il 17 gennaio 2009 torna in campo contro i Philadelphia 76ers, mettendo a segno 6 punti (0/1 da due e 2/3 da tre), 1 assist e 1 stoppata in 16' di gioco.[3] Il 21 gennaio mette a segno la sua prima doppia cifra, segnando 10 punti contro i Phoenix Suns in poco più di 18' in campo.[4]Il 4 marzo, contro gli Atlanta Hawks, stabilisce il suo career high con 17 punti (2/6 da due, 4/5 da tre, 1/1 dalla lunetta) in 22' di gioco.